Come fare una pizza a casa come in pizzeria

Ho esitato a scrivere su quest’argomento, perché mi sembra un pochino strano per un olandese scrivere in italiano come fare una pizza 😉 Ho mangiato due tipi di pizza in Italia: quella spessa come si compra al taglio nel panificio o al bar, e quella sottile come si mangia in pizzeria. In pizzeria la pizza sottile è cotta nel forno a legna per 2-3 minuti a 400 gradi. Al panificio la pizza spessa è cotta 12-15 minuti a 250 gradi.
Tutte le ricette per pizze fatte in casa che ho trovato, sono per pizze spesse. Non è strano, perché a casa non c’è un forno a 400 gradi. Però con un trucco è possibile fare una pizza a casa paragonabile a quella della pizzeria! Il trucco è stato scoperto da un inglese, ed ora un olandese vi spiega in italiano 😉

DSC06440
Per riuscire a cuocere una pizza sottile senza un forno a legna, avete bisogno di una piastra o teglia di alluminio di almeno 6 mm di spessore (meglio se più spesso).

Avrete anche bisogno di una pala per pizza per essere in grado di mettere la pizza sulla piastra e di estrarla più tardi.

Per preparare una pizza croccantissima senza essere duro o gommoso:
• Non farcire troppo la pizza
• Asciugate per bene la mozzarella
• Soffriggete ingredienti umidi prima di usarli per farcire la pizza
• Usate l’impasto lievitato lentamente
• Usate una piastra di alluminio (o di pietra) e un forno caldissimi

Ingredienti

DSC06431
Per 2 pizze di 25 cm
250 grammi di farina 00
10 grammi di lievito di birra
5 grammi di sale
165 ml di acqua fredda
Per farcire (Pizza Margherita)
4 cucchiai di passata di pomodoro ben densa
1 pizzico di sale
1 pizzico di zucchero
1 pizzico di origano secco
1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva
125 grammi di mozzarella di bufala
8 foglie di basilico fresco

Procedimento


Sciogliete il lievito nella metà dell’acqua.


Sciogliete il sale nell’acqua rimasta.


Mettete la farina in una ciotola capiente.


Aggiungete sia l’acqua con sale che l’acqua con lievito.


Impastate solo fino ad incorporare tutta la farina.


Coprite la ciotola con pellicola trasparente e mettetela nel frigorifero per almeno 3 giorni, meglio se 5 e non più di 7.


L’impasto lieviterà lentamente e la superficie assomiglierà a quella della luna.


Dopo 5 giorni, prendete l’impasto e impastatelo solo per farne una palla.


Dividete l’impasto in due palline e mettetele in ciotoline coperte con pellicola trasparente.

Lasciatele lievitare fino a quando le palline avranno raddoppiato di volume (circa due ore).

Nel frattempo, riscaldate il forno alla massima temperatura (250-300 gradi) con una piastra di alluminio nel forno nella posizione più alta. Se non avete una piastra di alluminio, potete usarne una di pietra. Il forno dev’essere riscaldato almeno mezz’ora prima di infornare la pizza.


Sminuzzate la mozzarella e asciugatela con carta assorbente.


L’impasto è pronto per essere steso quando è raddoppiato di volume. Prendete una pallina dell’impasto e infarinatela per evitare che si appiccichi.


Stendetela con le mani, roteando l’impasto ed evitando di premere troppo sui bordi.

Accendete il grill del forno.


Infarinate per bene la pala per pizza e disponete l’impasto sulla pala.


Unite la passata con il sale, lo zucchero, l’origano e l’olio e mescolate il tutto.


Spalmate sulla pizza 2 cucchiai del composto ottenuto, ma non sui bordi. Cospargete con metà della mozzarella.


Infornate la pizza con la pala sulla piastra di alluminio quando il grill sarà caldissimo. Cuocete la pizza per 2-4 minuti. La pizza sarà pronta quando i bordi saranno ben dorati.


Levate la pizza con la pala prima che si bruci.

DSC06440
Guarnite le pizze con le foglie di basilico.

Il forno e il grill devono essere caldissimi prima di infornare la seconda pizza. Se la piastra di alluminio è abbastanza larga, potete anche cuocere due pizze contemporaneamente.

Annunci

11 thoughts on “Come fare una pizza a casa come in pizzeria

      • Le facio in un ristorante… grandi dosi e forno elettrico ma con pietra refrattaria… metà farina forte, metà debole, acqua, lievito, zucchero e sale, un po’ di olio… impastatrice, palline e almeno 12 ore di lievitazione 🙂 Ma sei in Olanda tu? e dove?

      • In un ristorante, sei una chef?
        Sì, sono in Olanda, vicino ad Amsterdam.
        Vorrei provare la fermentazione a freddo con olio e zucchero nell’impasto.

      • Lavoro un ristorante ma non sono una chef! Me la cavo… Sono qui da 6 mesi…quando vuoi ci vediamo e proviamo insieme!

  1. Ciao io sono di Napoli dove come saprai la pizza è stata inventata… LA VERA PIZZA NAPOLETANA la puoi mangiare solo a Napoli e difficilmente ne troverai una uguale neanche al nord Italia… Deve essere morbida, soffice e sottile da poter essere piegata, MAI BISCOTTATA! SOLO IL BORDO della pizza deve essere doppio. Serve il forno a legna!! tutte le PIZZETTE del bar noi le chiamiamo FOCACCE perchè non sono vere pizze e come dici tu sono fatte con il forno elettrico. CIAO!!

  2. Pingback: Fried Sage with Anchovies (Salvia Fritta con Acciughe) | Stefan's Gourmet Blog

  3. Wow! Grazie! Ci provero’, ma ho un forno piccolo, e il massimo che ha è 230°… beh, ci provo uguale. Ti faro’ sapere. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...