Braciole alla Barese

Anche qui in Olanda è stata scoperta della carne di cavallo che viene venduta come carne di manzo. La gente a Bari sa che non c’è nulla di male nel mangiare carne di cavallo: è sano, magro, e gustoso. Le Braciole alla Barese, un piatto tipico, sono fatte con la carne di cavallo oppure di manzo.

Le braciole sono degli involtini di cavallo o manzo, farciti con aglio, prezzemolo e pecorino, che vengono cotti lentamente in un sugo di pomodoro. Il sugo diventa molto saporito e può essere usato per condire le orecchiette come primo piatto, seguite dalle braciole con il sugo rimasto e una insalata verde come secondo piatto.
DSC03495

Ingredienti

DSC03458
Per 2 persone

2 fettine (300 grammi) di carne di cavallo oppure manzo tagliate sottili, appiattite con un batticarne

1 scatola (400 grammi) di pomodori pelati

12 foglie di basilico

150-200 grammi di orecchiette

sale e pepe nero macinato

2 cucchiai di prezzemolo tritato

1 spicchio di aglio tritato

30 grammi di pecorino grattugiato (qualcosa in più per condire le orecchiette)

2 cucchiai di olio extra vergine di oliva

80 ml vino rosso

Procedimento

DSC03461
Unite il pecorino, il prezzemolo e l’aglio in una ciotolina e mescolate.

DSC03462
Asciugate le fettine di carne con carta da cucina e salatele e pepatele su entrambi i lati.

DSC03463
Spolverizzatele con il composto di aglio, prezzemolo e pecorino.

DSC03465
Arrotolatele formando involtini e fissateli con due stecchini.

DSC03468
Scaldate l’olio in una casseruola e aggiungete le braciole.

DSC03470
Rosolatele da tutti i lati.

DSC03471
Togliete le braciole dalla casseruola e versateci il vino.

DSC03472

Lasciatelo evaporare finché non ne rimane la metà.

DSC03473
Aggiungete i pomodori pelati frullati.

DSC03474
Salate, pepate e mescolate.

DSC03476
Unite le braciole.

DSC03477
Fate cuocere semicoperto e a fuoco basso per un’ora, capovolgendo di tanto in tanto le braciole.

DSC03478
A fine cottura, unite metà del basilico spezzettato.

DSC03479
Fate cuocere per 5 minuti.

DSC03482
Se il sugo non risulterà ben denso, fatelo bollire finché non è di vostro gradimento. Regolate di sale e pepe.

DSC03485
Condite le orecchiette, cotte al dente in abbondante acqua salata, con metà del sugo.

DSC03486
Condite anche con del pecorino grattugiato e il basilico rimasto spezzettato.

DSC03488
Mescolate.

DSC03489
Servite subito su piatti caldi come primo piatto.

DSC03494
Poi servite le braciole come secondo piatto con il sugo rimasto e un’insalata verde.

Abbinamento vino-cibo

Vi consiglio un vino rosso di uve autoctone della provincia di Bari come Castel del Monte (Uva di Troia). Anche un Gaglioppo o Aglianico dalla Campania o Calabria andrebbe bene. Vini di Primitivo o Negroamaro oppure vini barricati sarebbero troppo pesanti per i sapori leggeri delle braciole. Ci è piaciuto un Cirò Duca Sanfelice Riserva di Librandi 2009, vino elegantissimo da uve Gaglioppo. Ci ha ricordato un po’ di un Barolo leggero o un pinot nero.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...